appointments calendar
november 2014
S
M
T
W
T
F
S
 
 
 
 
 
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
 
 
 
 
 
 
map of rome
Seleziona un Municipio
6 ways to find an appointment




News
  • 20.08.14

    Free admission to Rome's Civic Museums for blood donors

    From 1 July 2014 to 15 October 2014, during the Summer Campaign 2014 for the donation of blood, free admission to blood donors and a companion in their civic museums participating in the initiative.
    To reward this great little gesture, the Capitoline administration gives donors the opportunity to visit for free some of the museums managed by the City of Rome: from 1 July to 15 October, visitors exhibiting the flyer printed and stamped by the hospital, as proof of your donation, at the ticket office of the civic museums that have joined the initiative, will have the chance to visit the museum for free.

    Click here to download the flyer

    This is the list of the museum that have joined the initiative:
    Centrale Montemartini - Via Ostiense, 106
    MACRO - Via Reggio Emilia, 54
    Musei Capitolini - Piazza del Campidoglio
    Museo Canonica - Viale P. Canonica, 2 (Villa Borghese)
    Musei di Villa Torlonia - Via Nomentana, 70 (Villa Torlonia)
    Museo di Roma - Piazza S. Pantaleo, 10
    Museo di Roma in Trastevere - Piazza S. Egidio, 1/b
    Museo Napoleonico - Piazza di Ponte Umberto I
    Museo dell’Ara Pacis - Lungotevere in Augusta (angolo Via Tomacelli)
    Museo Bilotti - Aranciera di Villa Borghese

  • 19.08.14

    19 agosto 2014: Bimillenario della morte di Augusto

    Il 19 agosto del 14 d.C. Augusto morì a Nola, proprio nella stessa stanza in cui venne a mancare il padre. Il Bimillenario della sua morte, celebrato attraverso una serie di iniziative promosse da Roma Capitale, Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura, diventa l’occasione per ripercorrere l’opera del primo Imperatore di Roma, colui che contribuì a trasformarla in una vera capitale cosmopolita, operazione ben espressa dalla celebre frase che avrebbe pronunciato in età avanzata, ovvero di aver ricevuto una Roma di mattoni e di averla lasciata di marmo.

    Ritorna l’emozione di ammirare l’Ara Pacis a colori attraverso proiezioni di luce sia sul fronte occidentale dell’altare, con i pannelli di Enea e del Lupercale, sia sul fronte orientale, con quelli della Tellus, della Dea Roma e del grande fregio vegetale.
    Il 19 agosto il Museo dell’Ara Pacis apre straordinariamente, dalle 21.00 alle 24.00, per ammirare così sia la proiezione dei “I Colori dell’Ara” che la mostra “L’arte del comando. L’eredità di Augusto” al costo del biglietto unico di € 11,00 (intero), € 9,00 (ridotto). Ultimo ingresso previsto alle ore 23.00.
    La tecnica di proiezione, realizzata in digitale, consente di modificare e modulare i profili e i colori in tempo reale. La scelta delle singole colorazioni dell’Ara Pacis è stata operata sulla base di analisi di laboratorio, confronti con la pittura romana, specialmente pompeiana, e ricerche cromatiche su architetture e sculture antiche.

    Sull’ipotesi della colorazione originaria dell’Ara Pacis ha lavorato negli anni passati un gruppo di studio nato in occasione dell’allestimento del nuovo Museo. In particolare è stato approntato un modello tridimensionale dell’altare sul quale è stata applicata la restituzione del colore secondo criteri filologici e storico-stilistici. Dal modello è nata l’idea di proiettare direttamente sulle superfici in marmo dell’altare raggi di luce colorata, per ricreare, senza rischio per la sua conservazione, l’effetto totale e realistico della policromia originaria. L’approccio resta comunque critico: non si vuole colorare l’Ara Pacis “com’era” ma restituire, in via d’ ipotesi, l’aspetto prossimo all’originale di un passato lontano ma non perduto.

    Visite guidate al Mausoleo di Augusto: proseguono le visite guidate nei “luoghi di Augusto” organizzate dalla Sovrintendenza Capitolina per il bimillenario. A ciascuna visita potranno partecipare non più di trenta persone previa prenotazione allo 060608.

    - ore 9,30 visita tenuta dalla dr.ssa Elisabetta Bianchi, archeologa della Sovrintendenza Capitolina;

    - ore 10,30 visita tenuta dalla dr.ssa Monica Ceci, archeologa della Sovrintendenza Capitolina;

    - ore 11,30 visita tenuta dalla dr.ssa Simonetta Serra, archeologa della Sovrintendenza Capitolina.

    Le Mostre di Roma Capitale per il Bimillenario di Augusto:

    L’arte del comando. L’eredità di Augusto – al Museo dell’Ara Pacis fino al 7 settembre 2014 – è una tappa fondamentale per approfondire le principali politiche culturali e di propaganda messe in atto da Augusto nel suo principato e replicate nei secoli per il loro carattere esemplare. Le 12 sezioni della mostra, articolate per temi ed epoche storiche differenti, illustrano in che modo imperatori come Carlo Magno, Federico II, Carlo V o Napoleone, per citarne solo alcuni, nel corso della storia abbiano reinterpretato “l’arte del comando” di Augusto a volte con formule molto vicine o identiche.

    Keys To Rome, ai Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali dal 24 settembre 2014 al 12 aprile 2015 ha come tema centrale della mostra Le Chiavi di Roma. La città di Augusto. L’esposizione, ideata e curata dalla Sovrintendenza Capitolina e dal CNR, è un evento organizzato dalla più grande rete di eccellenza europea sui Musei Virtuali, V-MUST, coordinata dal Consiglio Nazionale delle Ricerche. Quattro città forniranno quattro prospettive diverse sulla cultura romana: il cuore di Roma, con il Museo dei Fori Imperiali; Alessandria d’Egitto, nelle splendide sale della Biblioteca Alessandrina; Amsterdam presso l’innovativo Museo Allard Pierson e, infine, Sarajevo all’interno della storica biblioteca, sede del municipio, da poco restaurata. Le quattro città, che simboleggiano i “quattro angoli” del mondo romano, sono alla base dell’idea della mostra europea e saranno un’occasione senza precedenti per guardare all’Impero da punti di osservazione storici, geografici, culturali e umani molto diversi. Al centro dell'esperienza museale, un percorso fatto di filmati, di sistemi di interazione naturale e applicazioni mobili, guiderà il visitatore a ripercorrere la storia romana, grazie a due protagonisti – un vecchio mercante e suo nipote – che dovranno ritrovare gli oggetti appartenuti alla famiglia e svelarne i segreti, usando le chiavi di Roma, nell’unico giorno in cui il dio Giano consentirà di aprire le porte del tempo. Ma potremo anche “camminare” nella Roma Augustea scoprendo luoghi suggestivi e testimonianze architettoniche importanti dell’azione innovatrice di Augusto.

    Foro di Augusto. 2000 anni dopo, progetto spettacolare ideato e curato da Piero Angela e Paco Lanciano con la storica collaborazione di Gaetano Capasso. Grazie ad appositi sistemi audio con cuffie gli spettatori possono ascoltare la musica, gli effetti speciali e il racconto di Piero Angelain 6 lingue - italiano, inglese, francese, russo, spagnolo e giapponese - tutte le sere fino al 27 settembre 2014 in tre repliche alle 21, alle 22 e alle 23 da via Alessandrina, proprio affacciati sul Foro di Augusto.

    TYRTARION ai Mercati di Traiano, uno spettacolo d’eccezione “Tyrtarion” per celebrare Augusto andrà in scena nella cornice suggestiva dei Mercati Traiano il 30 agosto alle ore 19.00 con replica il 31 agosto: i poeti di età augustea “cantati” e musicati dagli studenti dell’Accademia Vivarium Novum. Virgilio, Orazio, Ovidio, Catullo torneranno a essere recitati e cantati per celebrare l’Imperatore Augusto nella lingua dell’antica Roma: il latino.

  • 15.08.14

    La Notte del Jazz. A Ferragosto il jazz torna a casa, concerto per l'Alexanderplatz

    La Notte del Jazz. A Ferragosto il jazz torna a casa, concerto per l'Alexanderplatz.
    Un pomeriggio e una lunga notte di musica proprio alla Casa del Jazz, in via di Porta Ardeatina 55, con la partecipazione di una ventina di artisti che si esibiranno su tre diversi palchi in una jam session dedicata all’Alexanderplatz. Il locale che da sempre è stato un punto di riferimento per la musica afroamericana è infatti in difficoltà (problemi di affitti e di scarsi fondi). Per superare questa fase e riprendere pienamente l’attività si sono mobilitati insieme all’Assessorato alla Cultura di Roma Capitale, tantissimi musicisti. Ed è importante che questo evento si svolga alla Casa del Jazz aperta nel 2005 utilizzando per la collettività un bene confiscato alla mafia e trasformata in un luogo di produzione, di studio, con una sala concerti da 150 posti a disposizione di artisti e cittadini. Si vuole riaffermare così la vocazione pubblica e culturale di uno spazio fondamentale per la città.
    Ecco l’elenco degli artisti che hanno già assicurato la loro presenza nel concerto di Ferragosto: Alfredo Paixao, Miraldo Vidal Manouche trio, Marcio Rangel, Ada Montellanico, Pippo Matino, Gegè Munari, Francesca Sortino, Mauro Zazzarini e l’Orchestra del Conservatorio di Latina, Fabio Mariani, Enzo Scoppa, Dario Rosciglione, Moreno Romagnoli, Antonella Vitale, Paolo Innarella, Alessandra D’Andrea, Pino Jodice e Giuliana Soscia, Stefano Petucco, All Over Gospel Choir, Italian Ukulele Orchestra, No Quartet.

    Altri nomi si potrebbero aggiungere nelle prossime ore. Il concerto avrà inizio alle 18 e continuerà fino a tarda notte in forma acustica.

    Costo del biglietto per ingresso dalle 20.30 alle 21.30 € 5,00
    Costo del biglietto per ingresso dopo le 21.30 € 10,00
    Pagina web

  • 15.08.14

    Musei civici aperti a Ferragosto

    Per i turisti e per chi resta in città, anche quest’anno sarà possibile visitare le collezioni permanenti e le numerose ed eterogenee mostre in corso nei Musei Civici di Roma Capitale, Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali aperti per tutto il week end del 15, 16 e 17 agosto secondo i consueti orari.

    A partire dai Musei Capitolini che ospitano 1564-2014 MICHELANGELO. Incontrare un artista universale, mostra documentaria in occasione del 450° anniversario della morte del grande Maestro fiorentino. Proseguendo, non lontano, al Museo di Roma in Palazzo Braschi, Luoghi comuni. Vedutisti tedeschi a Roma tra il XVIII e il XIX secolo racconta quanto sia stata grande, tra Settecento e Ottocento, la passione per Roma degli artisti tedeschi, affascinati dalle sue antichità, dalla luminosità mediterranea della città, così come dalla sua campagna, dalla sua gente e dagli antichi borghi circostanti. Non solo, lo stesso Museo ospita anche Who is on next? Made in Italy. La nuova generazione della moda, una mostra esclusiva che ripercorre la storia e celebra i creativi che hanno preso parte al progetto di fashion scouting, organizzato da Altaroma in collaborazione con Vogue Italia, che ha come obiettivo la ricerca e la promozione di giovani talenti creativi della moda Made in Italy.

    Ancora in pieno centro storico, vale una sosta la Galleria d’Arte Moderna di via Francesco Crispi, con la sua preziosa collezione permanente di arte dell’Ottocento e prima metà del Novecento arricchita dalla mostra Artiste del Novecento tra visione e identità ebraica, con circa 150 opere di artiste ebree italiane attive nella capitale agli inizi del Novecento.
    Nel Bimillenario della morte di Augusto è inoltre possibile ampliare la conoscenza del grande princeps visitando L’arte del comando. L’eredità di Augusto, al Museo dell’Ara Pacis. Le 12 sezioni della mostra, articolate per temi ed epoche storiche differenti, illustrano in che modo imperatori come Carlo Magno, Federico II, Carlo V o Napoleone, nel corso della storia abbiano reinterpretato “l’arte del comando” di Augusto, a volte con formule molto vicine o identiche.

    Oltre il fiume, quattro passi a Trastevere possono includere una visita al Museo di Roma in Trastevere con le sue interessanti mostre fotografiche: Gabriele Stabile. Refugee Hotel - 50 scatti realizzati dal fotografo dal 2006 al 2012 tra i rifugiati appena sbarcati negli Stati Uniti – e Born Invisible, cinquanta fotografie dell’artista canadese Sheila McKinnon sull’eredità del silenzio, l’inaudibile presenza di ragazze e donne senza una voce; anime ed esseri trascurati, i cui destini sono gestiti senza il loro consenso.

    Per chi preferisce l’arte contemporanea, vasta scelta espositiva al MACRO, nelle sue sedi di via Nizza e Testaccio, mentre una passeggiata all’ombra dei pini di Villa Borghese può includere la visita al Museo Carlo Bilotti. Qui è in corso la mostra Dreamings. L’Arte Aborigena Australiana incontra de Chirico e un percorso di sculture e installazioni che conduce il visitatore verso l’ampia terrazza, dove sono visibili gli ultimi lavori dell'artista italo tedesca EPVS, in particolare l’installazione It’s My Way.

    Sempre all’interno di una bella oasi verde della città, i Musei di Villa Torlonia propongono l’esposizione delle opere di Paolo Antonio Paschetto. Artista, grafico e decoratore fra liberty e déco al Casino dei Principi, la prima monografica tenutasi a Roma dal 1938. Alla Casina delle Civette Arrigo Musti – Impop offre una prospettiva artistica contemporanea che fonde il classico e il moderno attraverso una provocatoria serie di opere, istallazioni, maioliche e oggetti di design.
    Infine, nel bicentenario della battaglia di Lipsia (16-19 ottobre 1813) il Museo Napoleonico ha in programma una piccola mostra incentrata su un importante pianoforte risalente al secondo decennio del XIX secolo appartenente al Museo Nazionale degli Strumenti Musicali di Roma.

    Fanno parte dei Musei in Comune: Musei Capitolini; Centrale Montemartini; Mercati di Traiano; Museo dell'Ara Pacis; Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco; Museo delle Mura; Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina; Museo di Roma; Museo Napoleonico; Galleria d'Arte Moderna; MACRO; Museo Carlo Bilotti; Museo Pietro Canonica; Museo di Roma in Trastevere; Musei di Villa Torlonia, Villa di Massenzio, Museo Civico di Zoologia.

  • 07.08.14

    LIBRI, CARTE E PENSIERI DI RENATO. Inaugurazione Sala Renato Nicolini

    Giovedì 7 agosto alle ore 18, l’Assessore alla Cultura, Creatività e Promozione artistica di Roma Capitale Giovanna Marinelli inaugurerà la Sala Renato Nicolini nell’Archivio Storico capitolino. Alla cerimonia parteciperà Ottavia Nicolini, figlia di Renato.

    A due anni di distanza dalla scomparsa dell’indimenticato uomo politico e intellettuale romano, l’amministrazione capitolina dedica una sala dell’ Archivio di piazza della Chiesa Nuova a Renato Nicolini. La sala accoglierà la donazione delle sue carte e dei suoi libri trasformandosi in un luogo di studio e analisi di quel fenomeno culturale passato alla storia come ‘Estate romana’. Era il 1976 quando, poco più che trentenne, da assessore alla Cultura della giunta guidata da Giulio Carlo Argan, Nicolini ideò l’Estate Romana con l’ intuizione di una nuova forma per le politiche culturali urbane e restituendo la possibilità a romani e turisti di vivere la città negli anni bui del terrorismo.

    Info: 060608

  • 07.08.14

    Concorso fotografico "Moonclick! Fatti un selfie con la Superluna"

    Nella notte di San Lorenzo tutti escono col naso all’insù e una lunga lista di desideri, a caccia di stelle cadenti.

    Per quest’estate è in arrivo una singolare coincidenza: proprio domenica 10 agosto, cadrà la Superluna del 2014, la Luna Piena più vicina e più grande dell’anno che, con la sua luce straordinariamente intensa, ruberà la scena alle ‘lacrime di San Lorenzo’.

    Il Planetario di Roma - riproduzione itinerante della grande Cupola dell’Eur ospitato nella suggestiva cornice del Villino Medioevale di Villa Torlonia – festeggerà la Superluna lanciando “MOONCLICK! Fatti un Selfie con la Superluna”, un concorso fotografico in cui tutti potranno immortalarsi con la Superluna.

    Per partecipare al concorso basterà scattare, nella notte del 10 agosto e da qualsiasi località, un selfie (con qualunque attrezzatura disponibile, dal telefonino alla fotocamera) che riveli la presenza della Luna Piena. Non ci sono limiti alla creatività: ognuno potrà interpretate secondo il proprio gusto il tema del selfie, anche nel significato più artistico di autoritratto.

    Le tre immagini migliori verranno premiate, secondo un criterio di originalità estetica e compositiva, qualità tecnica e con un’attenzione particolare alla relazione che il selfie stabilirà tra la (o le) figure umane e la Luna. La giuria sarà composta dai quattro astronomi del Planetario (Gabriele Catanzaro, Giangiacomo Gandolfi, Stefano Giovanardi e Gianluca Masi).

    In palio per i tre vincitori una serata esclusiva di osservazione della Luna al telescopio con gli astronomi del Planetario (primo classificato), quattro ingressi omaggio agli eventi del planetario (secondo classificato) e un astrolabio (terzo classificato).

    Le attività del Planetario sono promosse da Roma Capitale, Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica- Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, in collaborazione con Zètema Progetto Cultura.

    Info: tel. 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00
    Sito ufficiale: www.planetarioroma.it/mostre_ed_eventi/eventi

    La partecipazione al concorso è gratuita

    Ogni autore potrà inviare al massimo due immagini, in formato .jpg (massimo 1Mb), indicando nome, cognome e indirizzo email. Le immagini potranno essere a colori o in bianco e nero, ma dovranno essere originali.
    Sono ammessi ritocchi e postproduzioni delle immagini, purché mantengano il contesto del selfie.
    (l’organizzazione si riserva di contattare i partecipanti via mail per chiedere precisazioni sull’autenticità delle foto).

    Tutte le immagini pervenute saranno visionate e utilizzate soltanto per la selezione delle foto vincitrici. I tre vincitori verranno informati via email dallo staff del Planetario, e dovranno rilasciare una liberatoria firmata (per se stessi e per eventuali altre persone ritratte nelle foto), per acconsentire all’utilizzo dell’immagine.
    Le tre immagini premiate verranno pubblicate sulla newsletter, sulla pagina facebook, su twitter e sul sito del Planetario.

  • 21.07.14

    Download the Estate Romana App and get to the latest news

    The application allows users to easily and quickly browse the information on the official website. To better enjoy the Estate Romana 2014 throughout the city, from the center to the periphery: real-time updates on all the events, daily picks, search, how to get there, and the nearest events.

    Download the App on Google Play

  • 23.06.14

    “Scaldatevi è Estate Romana”, parte la maratona delle manifestazioni in centro e in periferia

    Scaldatevi è Estate Romana” è il claim della kermesse estiva all’ombra del Cupolone. E, in effetti, il programma dell’Estate Romana 2014 è una grande maratona di manifestazioni, spettacoli, piaceri ed emozioni: oltre 50 eventi in programma dal 21 giugno fino al 30 settembre che toccheranno tutta la città, dalla cavea di Corviale a piazza De Andrè alla Magliana al Pigneto, per citarne alcuni.

    Dopo l’inaugurazione sabato 21 giugno, in occasione della Festa Europea della Musica, con un concerto aperto a tutti dell’Orchestra e del Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, il programma prevede ancora nuovi appuntamenti con la musica come l’opera “Là ci darem la mano” di Mozart al Teatro di Villa Torlonia il 26 giugno; il concerto gratuito venerdì 27 giugno nella splendida cornice di Piazza Farnese con due dei più grandi talenti musicali al femminile di Italia e Francia, ovvero Irene Grandi e Emilie Simon ed ancora le 30 serate di musica internazionale all’Auditorium via Pietro de Coubertin con una carrellata di big provenienti dalle due patrie del rock e del pop, Gran Bretagna ed Usa, con nomi come Jeff Beck, i Massive Attack, Rufus Wainwright, in compagnia della giovane Emma e infine, una coppia d’assi: Herbie Hancock e Wayne Shorter.

    Chi ama il cinema potrà invece seguire documentari e movie d’essai, partecipare alla 34esima edizione del Fantafestival in programma da lunedì 14 luglio a domenica 7 settembre o ritrovarsi sotto le stelle per vedere sul grande schermo i migliori film della stagione cinematografica grazie alle manifestazioni “Cinema e stelle” (dal 26 giugno all’8 agosto presso il Centro culturale Aldo Fabrizi ) e “Le Arene di roma 2014” (dal 25 luglio al 14 settembre).

    Spazio anche alla danza giovedì 26 giugno con il “Musical 2014″ a Tor Bella Monaca, il workshop con Carolyn Carlson a Villa Torlonia (4-5 luglio) e il Festival Invito alla Danza dell’Accademia della Danza di Roma dal 7 al 31 luglio.

    Per i più piccoli un programma speciale gratuito con l’ “Estate alla Casina di Raffaello” (dal 16 giugno al 14 settembre) e giochi e percorsi al Palazzo delle Esposizioni, al Technotown e al Parco degli Scipioni; spettacoli dal vivo organizzati nell’ambito della terza edizione di “Agorà – Teatro e musica alle radici” con performance fuori dai consueti spazi teatrali, a partire dai cortili delle case popolari ed ancora appuntamenti con la lettura al parco nella Biblioteca di Villa Mercede.

    Infine per scatenarsi l’appuntamento delle sere d’estate è al Gay Village 2014 al Parco del Ninfeo dell’Eur, allestito come un vero e proprio Tempio dello Sport a tinte rainbow e ispirato all’architettura delle Olimpiadi nell’Antica Grecia. Sport, gare, musica e look irriverenti animeranno la nuova, caldissima estate del Gay Village.